Parliamo di “Greenwashing”.

Scritto
Daniela Aguilar
Illustrazioni
Valerio Pini

Ti è mai successo che quando incontri un marchio che afferma di essere verde ti causa una sensazione d’incredulità, in quanto,in realtà le loro azionisi contrappongono? È in questo momento che èimportante aggiungere questa parola al nostro vocabolario.

La parola “Greenwashing” è composta dall’unione di due termini inglesi: green=verde e wash= lavaggio. È usata per descrivere aziende, marchi, prodotti o persone che, al fine di guadagnare un posto sul mercato o evitare di perderlo, si dichiarano sostenibili, quando invece non lo sono.

La sostenibilità come concetto è diventata una prospettiva socialmente accettata, ed è per questo che è importante sapere individuare il Greenwash, in modo da non essere vittime di cattive pratiche. Vediamo quali sono:

1. Linguaggio complicato

Che presenta termini estremamente scientifici, difficili dacapire o affermazioni espresse in contesti molto generalisenzaessere supportati da certificazioni e/o dati scientifici.

GW1
Illustrations by Valerio Pini; Greenwashing

2. Uso eccesivo del colore verde

Immagini che rimandano a contesti sostenibili, sul prodotto, etichetta o pubblicità, senza prendere coscienza degli ingredienti e dei processi di fabbricazione.

GW2
Illustrations byIllustrations by Valerio Pini; Greenwashing

3. Dichiarazioni contraddittori.

GW3
Illustrations by Valerio Pini; Greenwashing

4. Amnesia selettiva,

Discutere solo di ciò che è nell’interesse aziendale e/o dei soggetti interessati.

GW4
Illustrations by Valerio Pini; Greenwashing

5. Fornire dati falsi.

GW5
Illustrations by Valerio Pini; Greenwashing

6. Aziende “verdi” che appartengono a aziende per niente verdi.

GW6
Illustrations by Valerio Pini; Greenwashing

7. Promuovere solo ciò che è sostenibile e omettere ciò che non lo è.

GW7
Illustrations by Valerio Pini; Greenwashing

A volte può essere facile identificare il greenwashing, ma a volte è necessario indagare più a fondo. Sappiamo che abbiamo ancora molta strada da fare per essere sostenibili, ma è importanteesigere che la trasparenza sia implementata prima di tutto nella comunicazione, nei prodotti e nei processi.

Non doversi preoccupare dei greenwashers ci consente, come consumatori, di essere in grado di scegliere tradiversi prodotti o servizi che offrono una vera proposta sostenibile per il mondo. 

Non c’è investimento più giustodi quello fatto verso le aziende che lo meritano davvero, non credi?

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top 3 Stories

Altre storie
Fortunale; Venti di cambio per la moda.