La bellezza della diversità si trova nella profondità, non in superficie.

Non è un segreto che l’industria della moda abbia un lato oscuro e tutti noi che ne facciamo parte attivamente o passivamente decidiamo quale parte di questa magica eclissi di desideri vogliamo fare parte.

Oggi voglio esaltare la “Bellezza non convenzionale”. Da almeno un decennio c’è stata una grande polemica a causa degli stereotipi di bellezza imposti dalla società e con questa il settore moda, attraverso l’uso della comunicazione visiva e con essa il modelli che lo compongono.

Ci sono opinioni di ogni tipo su questo tema e tante volte le persone cercano di essere politicamente corrette, tuttavia voglio affrontare la questione in modo umano senza perdere la coerenza di un’istituzione puramente commerciale.

Questi sono alcuni dei modelli che mostrano il valore della diversità.

Armine Harutyunyan è un nome molto in voga in questi giorni, è una modella armena che ha sfilato per Gucci nel 2019 ed è stata catalogata da Alessandro Michele, direttore creativo dell’azienda, come una delle 100 donne più sexy al mondo. Come ci si può aspettare quando una bellezza non convenzionale fa parte di una classifica come questa, i commenti negativi sono stati immediati, soprattutto sull’account Instagram ufficiale della modella.

Shaun Ross, modello afroamericano albino, nato negli Stati Uniti, ha iniziato la sua carriera all’età di 16 anni, è apparso su riviste di moda come GQ, Another Man, Paper Magazin, iD e Vogue, e ha camminato per marchi come Givenchy e Alexander McQueen, è una persona attiva nella difesa contro la persecuzione di albini, afroamericani e comunità latine fin da bambino è stato vittima del bullismo.

Vanessa Romo, un’americana di origini messicane, ha partecipato al concorso Nuestra Belleza Latina di Univision nel 2018. Questo è stato il primo anno in cui potevano entrare donne di qualsiasi taglia, carnagione ed età, quindi voleva essere la prima concorrente plus size e sebbene non fosse la vincitrice, la sua carriera ha ottenuto un grande impulso, poiché ha seguito questo concorso. per marchi come: Target, Forever 21, Savage x Fenty ed è l’attuale copertina della rivista Vogue Mexico. Vanessa non aveva nei suoi piani di fare la modella, ma vedeva in questa possibilità una piattaforma per inviare un messaggio di accettazione e rappresentanza per altre ragazze e donne che, come le è successo da piccola, non vedono così tante persone di grandi dimensioni e brune in pubblicità.

Chantelle, conosciuta anche come Winnie Harlow, di Toronto, Canada, che soffre di vitiligine (depigmentazione di sezioni della pelle). Dice di essere stata presa in giro per il suo aspetto da quando era molto piccola. “Ho subito un sacco di bullismo, la gente mi ha chiamato zebra o mucca”, ha detto in un’intervista su YouTube.
La modella canadese è diventata famosa come concorrente del America’s Next Top Model. Da lì, ha lavorato per marchi come Desigual, di cui era un’immagine ufficiale fino a settembre 2014. Successivamente, la sua immagine sarebbe stata vista su riviste come: iD, Dazed, Cosmopolitan, Glamour e Vogue Italia, senza contare le sue apparizioni in video musicali e sfilate di moda.

Rebekah Marine, nata nel New Jersey, è nata senza avambraccio destro, per questo ha trascorso gran parte della sua vita piena di insicurezze, depressione e paure. Tutto è iniziato nel 2011 quando stava provando la sua nuova protesi e un suo amico glielo ha raccontato. le ha suggerito di modellare il suo nuovo “accessorio”. In quel momento, Rebekah si rese conto che poteva trasformare la sua “disabilità” in qualcosa di straordinario, imparò a sfidare se stessa con qualcosa che aveva sempre temuto, scattare una fotografia. Non ci volle molto perché queste fotografie diventassero virali in internet, da questo rebeca a simili in vari media come: TIME, People Magazine, Cosmopolitan, tra gli altri. Anche modello per Tommy Hilfilger. Rebekah tiene anche conferenze in tutto il mondo per sostenere le persone nella stessa situazione.

Questi sono solo alcuni esempi di bellezza e diversità, sicuramente in molti provocherà empatia e in altri rifiuto, tuttavia al di là delle preferenze estetiche queste persone sono la prova vivente che è possibile andare contro un sistema consolidato, anche quando quel sistema molti a volte usa questa lotta a tuo piacimento.
Se non pensi che siano belli fuori, valorizza la bellezza del loro interno, non tutti hanno il coraggio di esporsi alla brutale crudeltà delle opinioni.
Soprattutto, riflettiamo che qui funziona come in altri settori, se qualcosa non ti piace, esprimilo, soprattutto con le tue preferenze di consumo.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top 3 Stories

Altre storie
Planet Textiles 2019