Senior man picking up apples in apple orchard

Biorfarm: una nuova comunità agricola digitale

Autrice
Arianna Ferrari
Traduttore
Sara Bargiacchi

Siete appassionati di piante ma non avete un giardino? Il vostro partner ama la natura ma non sapete come sorprenderlo? Desiderate coltivare il vostro orto ma non sapete da dove iniziare? Per soddisfare le esigenze di tutte quelle persone dall’animo un po’ green, nasce Biorfarm: la prima comunità agricola digitale creata per rivoluzionare la relazione tra persone, piante e cibo biologico.

La nascita di una start-up innovativa

“Grazie alla mia passione per il mondo digitale, la tecnologia e la natura, ho realizzato una start-up che oggi supporta più di 50 agricoltori di piccola e media impresa in Italia”. Queste le parole con cui si presenta Osvaldo de Falco, fondatore di Biorfarm e direttore di Confagricoltura Giovani (organizzazione che rappresenta i giovani imprenditori agricoli).

L’idea di dar vita ad una start-up come Biorfarm, racconta Osvaldo, nasce in Calabria. Tutto inizia quando, dopo aver vissuto qualche anno a Milano, il giovane imprenditore decide di tornare nella sua terra natale per aiutare l’economia familiare. E’ infatti in questa bellissima penisola italiana che la famiglia de Falco possiede, ormai da anni, una piccola azienda agricola.

Lavorando a stretto contatto con la natura e tutto ciò che la circonda, Osvaldo si rende immediatamente conto di quante siano le difficoltà che ogni agricoltore deve affrontare quotidianamente. Oggi sono infatti circa 25.000 i contadini che ogni anno devono abbandonare i loro campi a causa di una filiera agroalimentare ingiusta che attira sempre più consumatori. I giganti della grande distribuzione si stanno arricchendo sempre di più, al contrario dei piccoli produttori agricoli che vedono le loro entrate diminuire giornalmente.

Per contrastare questo meccanismo sfavorevole, Osvaldo pensa ad un nuovo modello di business: digitalizzare l’agricoltura per mettere a contatto diretto l’agricoltore ed il consumatore. L’innovazione digitale può dare maggiore visibilità agli operatori del settore e rendere più visibili ed efficienti le singole attività agricole, le quali devono agire in un mercato internazionale sempre più competitivo. Questa è l’idea sulla base della quale si sviluppa il macchinoso processo che porterà alla creazione di questa start-up innovativa e sostenibile.

Come adottare (o regalare) un albero

La startup funziona in modo semplice e veloce, pensata per facilitare anche le persone meno tecnologiche. Come prima cosa è necessario selezionare il tipo di pianta che più si preferisce. Successivamente si procede con il pagamento e la seguente creazione di un proprio account. Sarà proprio grazie a questa registrazione, più precisamente nella sezione aggiornamenti, che potrai monitorare la crescita e l’andamento della tua pianta. Il format che si nasconde dietro questa start-up è infatti simile a quello che caratterizza le più comuni piattaforme social: l’agricoltore, che si prende quotidianamente cura del tuo acquisto, condividerà con te (tramite foto o video) ciò che fa nei campi. In questo modo potrai renderti conto di quella che è la vita del tuo albero: sarà come coltivare, anche se in modo indiretto, il tuo proprio acquisto.

Una volta completato il processo di coltivazione, il consumatore troverà il proprio raccolto in contenitori di cartone riciclabile o isotermici, a seconda delle esigenze studiate, per permettere alla tua frutta di arrivare in condizioni perfette fino a 96 ore dalla spedizione.

Seguire la coltivazione, poterla monitorare ovunque ti trovi e vedere la crescita dei propri frutti biologici sono sicuramente delle grandi soddisfazioni. Ma non è solo questo ciò che questa start-up rende possibile. Biorfarm ti permette infatti di fare molto di più: potrai scrivere al tuo agricoltore per metterti in contatto con lui; potrai ricevere i tuoi frutti gratuitamente a domicilio; infine, se lo desideri, potrai andare a raccogliere gli alimenti direttamente in campagna.

Alberi autentici con un solo click

Il fondatore di questa comunità agricola digitale sottolinea quanto sia scrupoloso il processo attraverso il quale vengono scelti gli agricoltori che entrano nella loro comunità: l’autenticità viene prima di tutto. I contadini selezionati dimostrano di essere in grado di garantire un servizio unico, per garantire al consumatore un processo di selezione impeccabile. La filosofia che si cela dietro il loro lavoro è infatti quella di realizzare piccoli ecosistemi autentici e sostenibili, che garantiscano sempre una grande qualità alimentare.

Orange tree

Siete interessanti ad adottare o regalare un autentico albero, per poi seguirne la coltivazione e ricevere la frutta? Vi basterà cliccare su biorfarm.com. Vi troverete di fronte ad una vastissima gamma di scelte: dal cedro diamante all’olivo secolare, basteranno pochissimi click per poter scegliere la vostra pianta preferita, decidere la posizione che più vi piace nel campo e personalizzare la vostra scelta dando un nome al vostro acquisto.  Potrete creare il vostro frutteto digitale ovunque voi siate, all’interno del territorio italiano e nei principali paesi dell’Unione Europea (Francia, Germania, Paesi Bassi e Belgio).

Dopotutto, ognuno di noi adora cucinare ed assaporare i propri piatti preferiti in compagnia di amici o parenti. E spesso ci si chiede cosa si nasconda davvero dietro quello che mangiamo. Poter osservare il lento processo di nascita e maturazione degli alimenti che poi ritroviamo sulle nostre tavole è un lusso che, grazie ad una comunità agricola digitale come Biorfarm, oggi possiamo permetterci.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top 3 Stories

Altre storie
MILANO: muoversi in città in modo sostenibile