sustainable and healthy Interior spaces

Elementi chiave per spazi interni sostenibili e sani

Translator
Sara Bargiacchi

Gli elementi chiave per spazi interni sani e sostenibili includono la riduzione dei rifiuti, l’efficienza energetica, la longevità, la flessibilità, i materiali organici, ecc. La Sosteniblità nell’Interior Design sta diventando ogni giorno più rilevante; sempre più persone e i governi di tutto il mondo stanno acquisendo consapevolezza dell’attuale stato ecologico del nostro pianeta. Questi metodi chiave riducono significativamente l’impatto ambientale degli spazi interni, e li rendono anche un’area abitativa più sana per gli esseri umani.

Riduzione dei rifiuti

Le tecniche di riduzione dei rifiuti includono il riutilizzo, la riconversione e il riciclaggio. Le risorse della terra sono preziose e limitate, quindi è essenziale che uno spazio interno sostenibile non crei inutili sprechi sfruttandole. La mentalità di sostituire le cose quando cambiano le tendenze è sempre meno giustificabile. I designer d’interni possono usare materiali riutilizzati o completamente riciclabili, come il vetro, nei loro progetti. I mobili vintage rappresentano un’ottima opzione sostenibile per alcuni spazi. Il riciclaggio creativo di mobili ancora funzionali è un’altra opzione sostenibile. Un altro modo per i designer d’interni di deviare i rifiuti dalle discariche è quello di optare per materiali sintetici fatti con rifiuti riciclati. Con questo approccio, le materie prime provengono da cose esistenti invece di risorse naturali limitate.

Mobili vintage riciclati per spazi interni sostenibili

Efficienza energetica

Il consumo di energia è uno dei maggiori responsabili del cambiamento climatico. Gli edifici sono grandi consumatori di energia, il che contribuisce alle emissioni di gas serra. I designer d’interni possono ridurre significativamente il consumo energetico di un edificio riducendo la quantità di energia necessaria per il riscaldamento, l’illuminazione, il funzionamento degli elettrodomestici, ecc.

L’energia rinnovabile e non a base di carbonio è una buona opzione sostenibile. Le fonti di energia rinnovabile possono essere usate per generare energia per l’edificio. Queste includono la luce del sole, il vento, l’acqua piovana, ecc. Quando un edificio produce più energia o tanta energia quanta ne usa, ottiene un effetto netto zero di consumo energetico.

Scelte d’arredamento come tappeti, tende e tendaggi possono aiutare a trattenere il calore, o a tenere fuori la luce solare eccessiva, il che porta al risparmio energetico. I Tappeti sono ottimi isolanti termici, e a volte forniscono anche un calore psicologico all’utente della stanza. Optando per colori più chiari, superfici riflettenti ecc. si riduce anche l’energia consumata per l’illuminazione artificiale. L’installazione di gadget verdi riduce il consumo di energia ed è più economico per gli abitanti dell’edificio. Questi gadget includono termostati intelligenti, illuminazione a LED, sistemi di gestione dell’energia, ecc.

Materiali organici, non inquinanti e socialmente responsabili

Un punto chiave molto importante è la scelta di prodotti e materiali a basso impatto ambientale. Gli interior designer dovrebbero capire e valutare l’impatto ambientale completo di un prodotto durante tutto il suo ciclo di vita. Il ciclo di vita include l’estrazione, la produzione, il trasporto, la lavorazione, così come il modo in cui il prodotto può essere scartato o riciclato

Alcune opzioni facilmente realizzabili sono materiali organici come il legno, la pietra naturale, il tessuto ricavato da filati organici, ecc. È fondamentale assicurarsi che questi materiali siano completamente riciclabili e prodotti eticamente. Il bambù a crescita rapida è una buona opzione rinnovabile. Un’Etichetta FSC assicura che il legno usato in un prodotto sia stato coltivato in modo sostenibile.

Pietra naturale in uno spazio interno sostenibile

La responsabilità sociale è una parte importante delle scelte sostenibili. Gli interior designer possono assicurarsi che se le materie prime sono biologiche, anche il processo di produzione non dovrebbe causare inquinamento. La produzione non dovrebbe essere realizzata sfruttando la manodopera. Materiali come la pelle dovrebbero essere scelti con cura e non dovrebbero essere il risultato di crudeltà sugli animali, la pelle riciclata è una buona opzione. Inoltre, per gli interior designer sono disponibili varie opzioni di pelle vegana come Banantex (pelle di banana) e Pinatex (pelle di ananas). 

Longevità, flessibilità e uso efficace dello spazio

Gli spazi interni sostenibili sono progettati per durare, in modo da non dover essere rinnovati ogni pochi anni. Questo può realizzarsi scegliendo prodotti semplici, funzionali e robusti e stili senza tempo a scapito di quelli di tendenza. I designer d’interni dovrebbero anche considerare la durata delle materie prime. Oltre alla longevità, uno spazio sostenibile dovrebbe anche essere flessibile nel caso in cui il proprietario volesse cambiarlo. La flessibilità può essere raggiunta evitando cose come i mobili fissi. Quando i singoli elementi di uno spazio possono essere cambiati e spostati, si elimina la necessità di una ristrutturazione completa. Alcuni esempi includono pareti sostituibili e mobili, mobili e piastrelle facilmente sostituibili.

Gli spazi interni sostenibili e sani sono il presente e il futuro degli edifici. Questi sono vantaggiosi sia per gli esseri umani sia per il pianeta. Questi spazi interni non danneggiano l’ambiente e migliorano il benessere mentale e fisico dei loro utenti.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top 3 Stories