kid playing in nature

L’importanza della natura nell’educazione infantile

Visual Curator
Vittoria Rossini
English Translation
Bryan Bravo
Italian Translation
Bryan Bravo

È innegabile la necessità umana di contatto con la natura. Soprattutto nel mondo moderno, pervaso da routine serrate che sembrano non finire mai. Smettiamo di fare una cosa per iniziarne un’altra. Con un compito dopo l’altro, ci troviamo immersi in una catena di stress, rumori di motori, allarmi e notifiche.

Iniziamo a costruire in verticale, isolandoci dietro schermi e dimenticandoci del mondo al di fuori delle nostre pareti. Un mondo ricco di opportunità, ma anche di responsabilità.

niña jugando con celular
Image by Zhenzhong Liu (Unsplash)

Man mano che i nostri grattacieli sono cresciuti, abbiamo perso il legame con la tranquillità che la natura ci offre. Fuggiamo dai campi per concentrarci in città che hanno tutto, tranne forse quella connessione che oggi tanto desideriamo.

Ecco perché, di fronte al ritmo della vita attuale, la disconnessione che ci consente la natura è come un’oasi nel deserto. Abbiamo bisogno di quel momento, per quanto piccolo, per respirare, rilassarci e continuare.

Almeno così accade a noi adulti.

Ma cosa succede quando un bambino cresce lontano dalla natura? E cosa può significare per il suo sviluppo l’inclusione di questi spazi? Specialmente quando i resti della natura vengono sempre più accantonati e sono necessarie riserve per preservare ciò che ancora ne rimane.

I bambini e la natura

Tutti possiamo comprendere i benefici che la natura porta ai bambini. Perciò, risulta incredibile la mancanza di incentivi da parte dei governi e dei sistemi educativi.

Ma, nel caso ci fossero dubbi, The Wildlife Trust insieme all’Istituto di Educazione presso l’University College London (UCL) ci offrono dati della loro ricerca sull’impatto che ha l’esperienza della natura sui bambini delle scuole primarie.

Essi indicano che, effettivamente, il loro benessere aumenta man mano che trascorrono più tempo a contatto con la natura. La loro salute mentale e fisica ne trae ampi benefici, soprattutto per coloro che hanno riportato bassi livelli all’inizio dello studio.

niño caminando en la naturaleza
Image by Daiga Ellaby (Unsplash)

I bambini mostrano non solo un maggiore interesse per il mondo che li circonda, ma anche una maggiore motivazione nei confronti dei loro studi, un aumento della loro curiosità e capacità di osservazione. Essi stessi riconoscono che queste esperienze permettono loro di imparare di più sul mondo naturale, di goderne e di sentirsi capaci di fare e provare cose nuove.

Allo stesso tempo, indicano che ci sono molte modalità per connettersi alla natura, e che le identità individuali di ogni bambino devono essere prese in considerazione per ottenere un risultato migliore. Le preferenze di ogni studente saranno legate alla loro disposizione nei confronti di tali attività. Ad esempio, alcuni preferiranno gli sport all’aria aperta o attività che richiedono sforzo fisico. Altri saranno più interessati allo studio delle piante e degli animali che vedono intorno a loro. Pertanto, gli sforzi dell’educazione nella natura devono tenere conto delle qualità e degli interessi dei bambini per ottenere una migliore integrazione e un’esperienza più completa, lavorando dalle diverse discipline scolastiche per raggiungere tutti i bambini.

Probabilmente sarà una sfida all’inizio dover adattare le lezioni a un modello e a un ambiente diversi, ma senza dubbio i risultati sono incoraggianti e i benefici significativi. Quei bambini dello studio si sono sentiti più sicuri di sé, più assertivi e hanno mostrato una migliore relazione con i loro compagni e insegnanti. Hanno migliorato le loro prestazioni accademiche e le loro abilità sociali.

E non solo questo. Uno dei risultati più interessanti di questo studio riguarda la connessione con la natura. Quel legame che ci permette di sentirci parte di essa, e di guardare oltre il nostro spazio. Quel legame emotivo che considera la natura parte della nostra identità, come un’estensione del nostro essere. Una connessione necessaria, oggi più che mai, per affrontare le questioni ambientali che prevalgono.

Queste attività favoriscono lo sviluppo di abilità cruciali, come l’empatia, non solo tra i nostri pari ma anche con l’ ambiente e gli esseri viventi che vi abitano. La connessione genera amore per la natura e una sincera preoccupazione per essa.

Nessuno proteggerà quello che non gli interessa; e a nessuno importerà ció che non ha mai provato

Sir David Attenborough

.Come dice Sir David Attenborough, quando si comprende ciò che è in gioco, si è più inclini a proteggere ciò che ci resta. Come? Cambiando abitudini, modificando pensieri e comportamenti negativi che mettono in pericolo la vita stessa del pianeta.

Quando un bambino acquisisce veramente consapevolezza ambientale, sta compiendo un grande passo per aiutare la Terra. Perché? Perché questo bambino crescerà con migliori abitudini, avrà a cuore la protezione degli ecosistemi ed eviterà azioni che potrebbero danneggiarlo. Si prenderà cura degli esseri che lo circondano, potrà guidare cambiamenti all’interno della sua famiglia e della sua comunità. Non cadrà negli stessi errori delle generazioni precedenti e sarà in grado di agire in modo appropriato, con valori, in qualsiasi ambiente si trovi. Valori che si manifestano nella protezione dell’ambiente, degli animali e delle piante, nella riduzione del consumo energetico, nell’ottimizzazione delle risorse, tra gli altri.

Immaginiamo cosa significherebbe per la società se crescessimo con quei valori associati al nostro modo di vedere il mondo. Senza dubbio, avremmo persone con una maggiore consapevolezza a guidare paesi, aziende, istituzioni; persone che si preoccupano veramente del benessere di tutti e che cercherebbero di offrire una migliore qualità di vita invece di perseguire solo il profitto.

niños en la naturaleza
Image by Marcus Wallis (Unsplash)

Sviluppare questo tipo di connessione con la natura è di vitale importanza per le generazioni future, le quali affronteranno sfide sempre più grandi se la mentalità attuale rimane invariata. Qui, l’istruzione scolastica gioca un ruolo fondamentale nel gettare le basi della futura società. Una società più consapevole e rispettosa del proprio pianeta, più sana e felice.

Gradualmente, questo modello educativo sta guadagnando spazio nel panorama mondiale. Di seguito, alcuni esempi di istituzioni educative che promuovono questo approccio, con l’obiettivo di migliorare la salute mentale dei loro studenti, il loro apprendimento e l’etica ambientale.

Programma Children & Nature di Natural England

Natural England è un ente pubblico esecutivo non dipartimentale sostenuto dal Dipartimento per l’Ambiente, l’Alimentazione e gli Affari Rurali del Regno Unito. Il suo obiettivo è proteggere e ripristinare il mondo naturale, nonché avvicinare la natura alle persone e incoraggiarle ad impegnarsi con il proprio ambiente.

Visti i numerosi vantaggi che la natura offre alle persone, hanno creato il programma “Bambini e Natura” insieme al Dipartimento dell’Istruzione per garantire l’apprendimento a tutti i livelli di istruzione.

niños jugando
Image by Artem Kniaz (Unsplash)

Vari progetti e associazioni locali mettono in atto questa iniziativa per massimizzare i benefici. Ad esempio, miglioramenti degli spazi scolastici con la costruzione di aree verdi, visite a foreste e riserve naturali, campi di ricerca, eccetera.

Il loro lavoro, sponsorizzato dal governo, è fondamentale per rimuovere le barriere di accesso alla natura e offrire opportunità di esperienza nelle aree più svantaggiate. Un accesso che deve essere globale, senza distinzioni sociali o economiche.

Se i governi prendessero misure per promuovere il modello educativo, si potrebbero raggiungere più persone a livello nazionale. Garantire la qualità della vita dell’intera popolazione è responsabilità del governo. Pertanto, tutti i cittadini dovrebbero avere l’opportunità di sperimentare e avvicinarsi alla natura.

Fattoria scuola Amalaka

Ubicado en Colombia, es la única institución educativa del país situada en una reserva natural de sociedad civil. Se trata de un área privada cedida con el fin de conservar la naturaleza y contribuir a la protección de ecosistemas locales y regionales).

Fue creada hace 27 años con el objetivo de servir como un centro de aprendizaje e investigación para estudiantes. Es un espacio donde se trabaja entorno al cuidado del medio ambiente, de la conservación y ecología; y se incentiva la investigación científica, educación ambiental y la agroecología.

Como pioneros su camino no es fácil, pero no se rinden ante las dificultades, pues con su proyecto han logrado restaurar parte de la flora y fauna de la zona. Además, los niños disfrutan de las experiencias brindadas que motivan su formación.

Por si fuera poco, han sido premiados con el primer puesto de Escuelas Sostenibles, reconociendo su labor educativa y social, al promover la sostenibilidad en toda la zona.

Uno de los mayores problemas a los que se enfrentan hoy es la construcción de una doble vía que destruiría parte de la reserva natural, que la Agencia Nacional de Infraestructura amenaza con realizar sin tener en cuenta las alternativas propuestas por la misma escuela.

Nata in Colombia, è l’unica istituzione educativa del paese situata in una riserva naturale di una società civile. Si tratta di un’area privata concessa allo scopo di conservare la natura e contribuire alla protezione degli ecosistemi locali e regionali.

È stata creata 27 anni fa con l’obiettivo di fungere da centro di apprendimento e ricerca per gli studenti. È uno spazio in cui si lavora per la cura dell’ambiente, la conservazione e l’ecologia; e si promuovono la ricerca scientifica, l’educazione ambientale e l’agroecologia.

Come pionieri, il loro cammino non è facile, ma non si arrendono di fronte alle difficoltà, poiché con il loro progetto sono riusciti a ripristinare parte della flora e della fauna della zona. Inoltre, i bambini godono delle esperienze offerte che motivano la loro formazione.

Per di più, sono stati premiati con il primo posto nelle Scuole Sostenibili, con il riconoscimento del loro lavoro educativo e sociale, promuovendo la sostenibilità in tutta l’area.

Uno dei maggiori problemi che affrontano oggi è la costruzione di una strada a doppia corsia che distruggerebbe parte della riserva naturale, annunciata dall’Agenzia Nazionale per le Infrastrutture che minaccia di realizzare senza tener conto delle alternative proposte dalla stessa scuola.

Riserva Naturale Privata Sister de Maryknoll

È classificata come la prima riserva naturale volontaria di un istituto educativo associato a riserve naturali private in America Latina. Il suo terreno, una delle poche aree boschive all’interno della capitale, si estende su circa 10 ettari che confinano con l’area protetta dell’Università San Carlos, vicina al Parco Nazionale delle Nazioni Unite.

niño esacala un arbol
Image by Annie Spratt (Unsplash)

La riserva fa parte del Colegio Monte María situato in Guatemala. Qui, le studentesse proteggono le specie che abitano il luogo e collaborano alla protezione della foresta, come parte dei progetti eco-pedagogici. La missione dell’istituto è formare cittadini con una coscienza sociale e comunitaria che contribuiscano a costruire una società più giusta e sana. A tal fine, partono da un’educazione ambientale integrata che promuove valori associati alla conservazione, al rispetto e all’amore per gli esseri viventi. Incoraggiano gli studenti, di tutti i gradi e da tutte le aree accademiche, a partecipare attivamente alla cura della natura attraverso varie attività.

A volte sembra quasi strano pensare che sia necessario tanto lavoro per preservare la natura, la cui esistenza ci tiene in vita, ma che paradossalmente stiamo distruggendo a un ritmo molto rapido. Come abitanti responsabili di questo pianeta, non possiamo fare a meno di sostenere iniziative in cui i bambini, le nostre future generazioni, vengano sensibilizzati ed educati al rispetto e all’amore per l’ambiente, la cui conservazione è un dovere morale per tutti noi.